Category Archives: Videoclip

Satanic Youth – “Alarm” – 44 secondi di puro “Old School Satanic Skate Punk-Hardcore”

La Gioventù Satanica è tornata o forse è sempre stata accanto a tutti noi. Ed è tornata in grande con un nuovo videoclip che ri-annuncia l’uscita di un split album con gli ungheresi Crippled Fox, gruppo che negli anni ha saputo ritagliarsi uno “status” di culto all’interno della scena punk/hardcore/crossover europea e non. Cosa aspettarci quindi dopo aver ascoltato “Alarm” ed esserci goduti un videoclip in stile VHS anni ’80? Il solito rumore suonato veloce e registrato nella maniera più grezza possibile. E come al solito tutto questo mi e ci piace. Qualche mese fa scrissi in merito al loro primo demo queste parole: “Irriverenti, dissacranti, diretti, sfacciati, rumorosi, caotici, giovani e devoti a Satana.” ed è questo probabilmente che ci troveremo nuovamente sparato nelle orecchie grazie allo split con i Crippled Fox; un concentrato di “Old School Satanic Skate Punk-Hardcore” come solamente i Satanic Youth sanno fare, con la non-qualità che li contraddistingue ma che conferisce alla loro proposta un fascino tutto inedito. Questa gioventù satanica sono l’essenza più pura e sporca dell’hardcore punk e questo dovrebbe bastare!

LYRICS:

Listen to this silence and this alarm that doesn’t play anymore It tried playing harder this alarm that doesn’t play anymore It played for all of us I watched it filling up of dust And now I’m running away Hidden by that silence

Horror Vacui – “Don’t Dance With Me” – New Wave of Vampire Punk & Fear

Finalmente tornano gli Horror Vacui insieme al loro personalissimo e gustosissimo death rock che puzza in egual maniera di post punk e delle derive più glaciali della new wave. Tornano con il video di “Don’t Dance With Me”, brano che anticipa l’imminente uscita, prevista per la primavera che è alle porte, del loro nuovissimo EP dal titolo “New Wave of Fear”, un titolo che ci mette subito in guardia su quanto andremo ad ascoltare, sull’orrore che penetrerà strisciante nelle nostre vene e che risveglierà i mostri sopiti nel nostro inconscio. Il brano scelto per il videoclip è l’ennesimo ottimo pezzaccio scritto da Marzia, Koppa e compagnia “vampiresca” ed il loro “Vampire Punk” si dimostra nuovamente una spanna superiore alle recenti uscite del genere. Se questo è solo un assaggio del nuovo “New Wave of Fear” ne vedremo delle belle cari i miei vampire punx. Aspettando la primavera per assaporare nel complesso il nuovo lavoro degli Horror Vacui, nell’attesa iniziamo a riempire queste ultime notti di gelido inverno danzando in mezzo alle ultime nebbie di febbraio sulle note di “Don’t Dance With Me”!

It’s only dark music baby, and we like it!

 

“Hit Run (Hardcore Attack)” – Crisis Benoit – Pane, Wrestling e Powerviolence

Con il video musicale del pezzaccio “Hit Run (Hardcore Attack) i quattro brutti ceffi che si nascondono dietro uno dei più geniali monicker sentiti negli ultimi anni, ossia Crisis Benoit, e che celano i loro volti schiumanti rabbia dietro a maschere tipiche dei luchadores messicani, ci annunciano l’imminente uscita per questo febbraio della loro nuova fatica in studio, dall’emblematico titolo “Violence Era”, che da così un seguito al già interessante e godibile debutto intitolato non a caso “Just a RAW demo”. Si perchè i bolognesi Crisis Benoit hanno trovato la ricetta vincente: un mix letale di furioso hardcore che sfocia a più riprese nel powerviolence più classico condito da liriche che hanno come tematica centrale il magico mondo del Wrestling, i suoi personaggi e le mosse iconiche che tutti da ragazzini abbiamo provato ad imitare almeno una volta finendo per romperci e rompere qualcosa. Grazie ai Crisis Benoit e alla loro personale rivisitazione della musica hardcore continueremo a romperci e a rompere qualcosa, pogando come dannati tanto ai loro concerti quanto chiusi nelle nostre case contro i muri!

Cazzo si può chiedere di più di un disco hardcore che parla di Wrestling? Nulla, appunto.Prendetene e ascoltatene tutti. Se questo è solo un assaggio, “Violence Era” si prospetta essere quello che tutti gli amanti di certe sonorità si aspettano: una violenta mazzata sui denti che ci farà sanguinare per un bel po’! No compromise, this is a fuckin’ Hardcore Attack! Que viva la Lucha, que viva Hardcore!

Wargame – “Fast Cars” – Primo Videoclip per la “Brigata degli Skeaters Morti”

Crossover Thrash con i controcoglioni sporcato qui e la con dosi ingenti di punk che ricorda in più di un passaggio i grandissimi Municipal Waste! Questo sono i Wargame e questo “Fast Cars” rappresenta il loro primissimo video musicale che preannuncia l’imminente uscita, prevista per fine dicembre, del loro nuovo album intitolato “Dead Skaters Brigade”, disco che si preannuncia una bomba se ci basiamo esclusivamente sul pezzo presentato nel videoclip! Un gruppo e un sound che puzzano di anni ’80 e di underground fino al midollo con il pregio però di non risultare ne ridicoli ne tantomeno banali. Musica perfetta per pogare e fare headbanging selvaggio come se non ci fosse un domani! Se volete apprezzarli dal vivo non perdetevi in data 23 di dicembre il consueto appuntamento al FOA Boccaccio di Monza con il super concertone dell’anti anti-vigilia di Natale in compagnia di Sempre Peggio, Kalashnikov Collective e le leggende dell’hardcore punk italiano Impact!

Come definire questo videoclip? Beh con le parole usate dagli stessi Wargame: Robot alieni, fabbriche in disuso, scope volanti e balli di gruppo!

 

Overcharge – “Electric Reaper” – “THE ELECTRIC REAPER IS COMING AND YOU’RE ON ITS LIST”

Gli Overcharge sono tornati con la loro miscela esplosiva di speedmetalpunx e con un nuovo video musicale che ci anticipa l’uscita dell’EP “Electric Reaper” prevista per il febbraio del 2018! La proposta dei nostri è rimasta la stessa, ovvero un mix devastante di Mothoread, Discharge, GBH, Driller Killer e gentaglia simile. Il video in questione, della titletrack dell’EP che uscirà tra pochi mesi, lascia ben sperare per il nuovo lavoro degli Overcharge e ci da prova nuovamente della qualità della musica suonata da Marcio, Panzer e Josh. D-beat? Rock’n’Roll? Punk?Speed Metal? Chiamatelo un po’ come cazzo vi pare, questa è musica marcia che viene direttamente dal fottuto inferno! Correte a guardarvi il videoclip e ricordatevi: “THE ELECTRIC REAPER IS COMING AND YOU’RE ON ITS LIST”!

 

 

Zona d’Ombra – “La Lingua dei Numeri” – Cercando di dare un senso a questa Unica Dimensione di Vuoto

 

Scatti Vorticosi Records, che porta avanti la filosofia del Do It Yourself dal lontano 2003, ci regala un nuovo videoclip, questa volta del brano “La Lingua dei Numeri” tratto dall’ultima fatica (recensita il mese scorso proprio sulle pagine virtuali di Disastro Sonoro) dei comaschi Zona d’Ombra, fieri portabandiera dell’hardcore punk di tradizione italica sempre in bilico tra vecchia scuola e modernità e dalle liriche impeccabili!

Come già scrissi nella sopracitata recensione dell’album “Unica Dimensione di Vuoto”, “La Lingua dei Numeri” è sicuramente uno degli episodi migliori presenti sull’ultima fatica di Spiccio, Pelle e compagnia. Riprendendo quanto dissi in quella recensione mi astengo nuovamente dal aggiungere un commento ad un altro brano perfetto come questo “La Lingua dei Numeri”. Mi limito a dire che non potevano scegliere traccia migliore da proporre in un videoclip.

Ben fatto nuovamente quindi Zona d’Ombra e un plauso speciale a Scatti Vorticosi Records che ha reso possibile questo videoclip. Vi lascio con il testo del pezzaccio che merita di essere letto e riletto attentamente per quante cazzo di emozioni trasmette.

Ti vedo, uno spettro fatto di regole / Guardami, non senti che soffro? / E’ l’uomo che parla all’uomo ma l’uomo non risponde / I nostri respiri a un palmo / I nostri cuori su pianeti distanti / Amami Odiami Dimmi che esisto / Fammi sentire un po’ di calore / Ma dalla tua bocca solo gelide frasi distorte / Ma tu non hai orecchie per me / Tu che parli la lingua dei numeri / Con i piedi nelle macerie / Davanti ad un muro di silenzio / Aspettando un passo altrui / Aspettando che la luce apra una breccia nel buio / Immobili fino alla fine / Vorrei amarti / Vorrei odiarti / Ma tu non hai orecchie per me / Ma tu parli la lingua dei numeri”

 

Drunkards – “Al Baghdadi and the Desert Worms” – I Guerrieri Post-Apocalittici sfidano Daesh!

 

Tornano i Drunkards con il loro nuovo “La Festa dei Pazzi” (split con un altro nome storico della scena crust, i Disforia) e lo fanno in grande stile con il videoclip dell’ottimo pezzo “Al Baghdadi and the Desert Worms”. Preparate le vostre orecchie a questo nuovo pezzaccio, un concentrato di “post apocalyptic thrash punk rock’nroll” condito con dosi ingenti di marciume e amore spassionato per l’alcool che sta sempre bene in ogni contesto. I Drunkards sono tornati! Quando il drappo nero sventolerà su San Pietro sarà giunta l’ora di brindare! Fino a quel momento, come ci insegna il video, teniamoci pronti ad imbracciare i nostri Ak da bravi guerrieri post-nucleari quali siamo e non perdiamo occasione di sfasciarci a merda tra alcool di sottobanco e concerti punk-hardcore di dubbio gusto.

“Il Bataclan ve lo diamo sulla faccia! Fanculo!” è questo il messaggio diretto a Daesh che hanno avuto più volte modo di dichiarare negli ultimi mesi gli alessandrini. Pronti a questo disastro sonoro di thrash crust punk post apocalittico? Pronti a vedere sventolare la bandiera nera sulla cupola di San Pietro? Si salvi chi può!

Informazione di servizio: questi quattro brutti ceffi suoneranno insieme ad altre strani e marci personaggi venerdì 13 in Villa Vegan a Milano, vedete di non mancare bestie che leggete per sbaglio questa merda di blog!

Sarà questo l’unico drappo nero che vedremo sventolare dall’alto della cupola di San Pietro! E a noi piace così! Fuck Daesh!

NOFU – Interruzione – Interrompere la condanna a morte nel nostro quieto vivere

Tornano i romani NOFU con il loro nuovo album “Interruzione” rilasciato nel maggio del 2017; tornano in grande stile con il videoclip della titletrack, una sfuriata di hardcore punk vecchia scuola italiana anni ’80 che non lascia scampo a nessuno. Il testo è un manifesto di rabbia, un monito alla rivolta, alla sovversione di questa realtà e del suo quieto vivere che ci incatena tutti e ci condanna a morte lenta. L’interruzione di questo marcio sistema e del suo apparente (mal)funzionamento come unica forma di opposizione e lotta possibile può avvenire solamente tramite il momento insurrezionale che apre ad infinite sperimentazioni di nuovi mondi. Aspettando di recensire per intero questo nuovo “Interruzione”, godiamoci suddetto videoclip dei NOFU. Bentornati.

“No, la necessità è di interrompere,
sotto l’orizzonte chiuso rimane l’insurrezione,
la frattura, la distruzione, come apertura del possibile,
l’interruzione della catastrofe, che è qui ed ora, il quieto vivere. ”

666 – “Tieni il Tempo” – torna Max Pezzali in veste “New Wave of Black Metal Oi”

“Sono Max Pezzali con un teschio sul collo” così cantava in tutto il suo disagio mentale Metal Carter nel suo immortale capolavoro “Pagliaccio di Ghiaccio”. Oggi l’immagine evocata da questo verso potrebbe benissimo definire l’immaginario costruito dagli ormai noti (all’interno della scena punk-hardcore-oi italiana) 666 attraverso la loro proposta musicale, ossia una manciata di cover nostalgiche degli 883 rivisitate in chiave “New Wave of Black Metal Oi”, prendendo in prestito la definizione coniata dai Plakkaggio (che in fin dei conti sono gli stessi brutti ceffi che formano le fila dei 666, semplicemente in una versione “più squallida”). E’uscito pochi giorni fa questo videoclip dell’ultima cover targata 666, “Tieni il Tempo”; videoclip e sonorità che trasudano heavy metal old school nostalgico tanto quanto gli 883 e attitudine oi-hardcore di prima qualità. Godiamoci questo videoclip che ci ricorda ancora una volta, se ce lo fossimo dimenticati, che “in fin dei conti lo squallore siamo noi”. E a noi in fin dei conti piace così.

Oltre la musica, oltre il rumore, squallore sonoro!